Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

D’Angelo: “Grandi eventi internazionali nella programmazione turistica”


D’Angelo: “Grandi eventi internazionali nella programmazione turistica”
13/06/2011, 12:06

Il Consigliere regionale della Campania Bianca d’Angelo, componente dell’Ufficio di Presidenza e della Commissione Turismo, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «E’ molto positiva la notizia dei giorni scorsi che la Campania ospiterà alcune tappe della Coppa America di vela. I grandi eventi sono uno straordinario volano di sviluppo ed una metropoli importante e centrale nel Mediterraneo come Napoli non può che essere la naturale location di grandi appuntamenti internazionali, sportivi e non solo. Per questo motivo nella mia proposta di legge regionale sulla riorganizzazione turistica, già incardinata presso la competente commissione permanente, nel ridefinire il riassetto di un comparto così strategico come quello turistico si prevede l’istituzionalizzazione di grandi eventi da ospitare in maniera stabile sul territorio regionale. Tutto ciò al fine di rendere non sporadico o isolato l’evento da tenersi a Napoli, ma farne un punto di riferimento stabile all’interno della più ampia programmazione turistica.
Tutte le grandi città europee ospitano annualmente grandi eventi, Napoli e la Campania non possono essere da meno ma per fare in modo che tutto ciò sia una vera leva di sviluppo locale occorre in primis riempire un vuoto normativo e poi fare in modo, attraverso un moderno strumento legislativo, che ogni anno la Regione attui una programmazione turistica coerente e mirata al raggiungimento degli obiettivi prefissati. Auspico che la mia proposta di legge possa essere approvata quanto prima in commissione e poi giungere all’esame dell’aula così da offrire un nuovo riferimento legislativo al turismo regionale a breve termine.
Le politiche turistiche non si possono improvvisare e non possono vivere di momenti estemporanei: un ente di programmazione così importante come la Regione deve farsi carico di attuare ogni anno sul territorio progetti specifici. In tal senso ospitare grandi eventi internazionali non può essere qualcosa di occasionale ma frutto di una precisa volontà e pianificazione».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©