Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

D’Angelo (PdL): No strumentalizzazione tragedie

A Napoli cura e manutenzione luoghi pubblici assente

D’Angelo (PdL): No strumentalizzazione tragedie
11/06/2013, 15:42

NAPOLI - La consigliera regionale del Pdl Bianca D’Angelo, componente dell’Ufficio di Presidenza, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Quanto avvenuto ieri in via Aniello Falcone è un fatto di una gravità inaudita. Napoli, anziché proteggere i propri cittadini, rappresenta troppo spesso una minaccia. Il degrado, l’incuria e la scarsa manutenzione dei luoghi pubblici, che dovrebbero rappresentare un punto di riferimento, sono invece quasi sempre fonte di pericolo per i napoletani. La città in pratica appare abbandonata al suo destino: non vi è cura di giardini, alberi, parchi e anche spostarsi da un luogo all’altro può comportare rischi. La disgrazia di ieri è troppo simile a quella del dicembre 2006 quando un lampione della pubblica illuminazione colpì e uccise una passante. Ovviamente nessuno intende strumentalizzare le disgrazie e saranno le indagini ad appurare se in via Aniello Falcone ci sono state negligenze o tutto è avvenuto per una tragica fatalità: quel che però appare evidente è che il Comune di Napoli non ha minimamente il polso della situazione né gli amministratori si rendono conto dei rischi che corrono i napoletani. Se la stessa solerzia con la quale ci si agita a promuovere feste effimere ed a spacciare per grandi eventi competizioni sportive mal organizzate venisse applicata anche nella cura dei luoghi pubblici e del patrimonio di piante e alberi che vi è a Napoli, oggi in giro ci sarebbe solo sconcerto e dolore per quel che è avvenuto e non certo rabbia, sdegno e malcontento. Tutti sentimenti, questi, che sono purtroppo molto diffusi in città».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©