Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I tagli alla giustizia: "non necessari"

Dda: De Raho, seqestri per 5 miliardi di euro


.

Dda: De Raho, seqestri per 5 miliardi di euro
01/02/2012, 15:02

NAPOLI – Una cifra impressionante, un’attività investigativa certosina, lo Stato vincente contro la criminalità organizzata. Questi i temi della relazione che il procuratore aggiunto della Dda Federico Cafiero de Raho ha presentato al procuratore generale Martusciello. Il magistrato, in prima linea nella lotta alla malavita, ha rintuzzato contro i tagli alla giustizia operati dal governo Monti, definendoli ‘non necessari’, visto gli introiti derivanti dalle confische dei beni ai clan. In soli due anni di attività investigativa i risultati sono evidenti: oltre 5 miliardi di euro, un tesoro immenso che va a rimpinguare le casse di una Italia al tracollo economico. Ciò che sostiene de Raho è molto semplice ed intuitivo: è possibile rendere autosufficienti le indagini ed i procedimenti sulla criminalità organizzata i cui costi restano molto elevati. Basta recuperare subito le spese proprio attraverso l’immenso patrimonio confiscato. Importante secondo il procuratore aggiunto è l’individuazione dei beni da poter rendere subito liquidità. In questo senso De Raho ha fatto cenno anche alle indagini bancarie, altro strumento imprescindibile per venire a capo di ricchezze di illecita provenienza.


Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©