Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I Beni Comuni per il rilancio dei valori e della politica

De Magistris:Presentate le delibere approvate

Cultura politica come principale forza

.

De Magistris:Presentate le delibere approvate
29/07/2011, 03:07

NAPOLI - Presentate a Palazzo San Giacomo le delibere approvate dalla giunta del sindaco Luigi De Magistris fino ad oggi, quali : La trasformazione dell’ Arin Spa in soggetto di diritto pubblico, il diritto di partecipare ai referendum consultivi da parte dei sedicenni, la presenza all’interno delle sedute del Consiglio comunale di un cittadino extracomunitario. Particolare attenzione è stata data alla categoria del “Bene Comune” che viene così inserita tra le finalità e i valori fondamentali dello Statuto del Comune, come indicato dalla commissione Rodotà e non ultima l’attuazione del tratta di Lisbona che da il via alla raccolta di un milione di firme in sette paesi UE per promuovere alla commissione Ue lo statuto europeo dei comuni.
Presenti alla conferenza il Prof Stefano Rodotà,emerito all’Università La Sapienza di Roma e già presidente della commissione Rodotà, il Prof Ugo Mattei, ordinario di diritto Civile all’Università di Torino e l’Assessore ai Beni Comuni e alla Democrazia partecipativa Alberto Lucarelli. “ E’ necessario il tema dei beni comuni abbia una dimensione nazionale ed europea” afferma Lucarelli “ l’obiettivo è quello di fare in modo che Napoli ritorni al centro dei Beni Comuni e di una democrazia comunicativa.
“Questa commissione ha la maggioranza e il coraggio per poter portare avanti questi progetti” Aggiunge De Magistris.
LA cattiva politica è figlia di una cattiva educazione, riferisce Rodatà che definisce l’iniziativa unica nel suo genere e atto di innovazione per la città. Per troppo da tempo politica e cultura si sono allontanate, è ora che di toccare quella che rappresenta un atematica a livello mondiale.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©