Cronaca / Nera

Commenta Stampa

De Raho: “contro i clan più cultura dello Stato”


.

De Raho: “contro i clan più cultura dello Stato”
24/07/2012, 12:29

 

NAPOLI – Un monito e insieme un accorato appello quello che giunge dal procuratore aggiunto e coordinatore della DDA Federico Cafiero De Raho, quotidianamente in trincea contro il malaffare. In questi giorni caratterizzati dal terrorismo sociale dei clan e dalla risposta ferma dello Stato, il numero uno della DDA partenopea risponde con una ricetta che spazia dall’educazione civica alla cultura dello Stato e della legalità che a Napoli lascia molto a desiderare. De Raho ha sottolineato l’importanza strategica di riappropriarsi dei quartieri più violenti facendo breccia sulla gente, quella onesta, quella che ogni giorno sbarca il lunario nel rispetto delle regole. E’ partendo da questo zoccolo duro d’onesta vera che l’intera città può rinascere e voltare le spalle alla camorra. Parole importanti per un uomo dello Stato che ha fatto del suo servizio la missione primaria. “la gente deve sapere che lo Stato c’è e funziona”: con queste parole de Raho sottolinea l’importanza imprescindibile della comunicazione, e lo stesso ruolo svolto dai media, veicolo fondamentale per educare più che meramente informare la società. Il primato della cultura sul facile arricchimento, questa la chiave di volta per cambiare in una società dei consumi le cui regole, spesso e volentieri, sono scritte col sangue.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©