Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Decennale G8, Maccari: “Onestà, correttezza e legalità più forti di ogni violenza"


Decennale G8,  Maccari: “Onestà, correttezza e legalità più forti di ogni violenza'
19/07/2011, 09:07

“La nostra presenza a Genova assume il chiaro significato di una ricerca di apertura e di dialogo. Questa è un'occasione di confronto e crescita unica per tutti i soggetti organizzatori delle manifestazioni nel decennale del G8 a Genova, dichiara il Segretario Generale del Sindacato Indipendente di Polizia Coisp, Franco Maccari.

I poliziotti, oggi come allora, non sono il nemico da combattere e chiunque continui a riproporre questa lettura di quanto accadde nel 2001, ha il solo interesse di continuare ad alimentare odio e violenza verso le Forze dell'Ordine.

Siamo stanchi delle battaglie nelle piazze e nelle strade, degli insulti e delle molotov, delle fionde caricate a tondini di ferro, ma soprattutto di vederci scaricati addosso i problemi che la politica non vuole risolvere, prosegue Maccari.

Per questi motivi Il Coisp ha invitato ufficialmente un rappresentante titolato degli organizzatori delle iniziative al convegno "Genova dieci anni di polemiche - Non si può continuare a mettere in discussione l’abnegazione di 100.000 poliziotti e nemmeno pensare che tutti i manifestanti portino un estintore", che si terrà il giorno 20 luglio alle ore 15.30, presso l'Hotel Sheraton di Genova.

Per questo motivo, il Coisp ha chiesto di potere parlare, tramite un proprio rappresentante, dal palco di Piazza Alimonda il 20 luglio.

Questo invito al dialogo rivolto ai diversi Comitati, al momento rimane disatteso "per concomitanti impegni", facendo presagire che Piazza Alimonda e le altre manifestazioni si ridurranno, per l'ennesima volta, ad un attacco ad alzo zero contro le Forze dell'Ordine.

Dopo dieci anni, appare quantomeno paradossale che i poliziotti siano gli unici a volere parlare di quanto accadde allora e che, ancora oggi, si ripete peraltro durante le manifestazioni di protesta nelle piazze e nelle strade italiane. La vera democrazia si nutre di fatti e non di slogan e scritte sui muri, conclude Maccari.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©