Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

I Franzoni hanno un debito di 800mila euro con l'avvocato

Delitto Cogne, Taormina: o mi pagate, o mi prendo la casa


Delitto Cogne, Taormina: o mi pagate, o mi prendo la casa
13/07/2012, 20:07

ROMA - "Cogne mi ha portato jella, mi ha dato una marea di seccature. Dalla famiglia Franzoni non ho guadagnato manco un euro. Anzi, sto per fare un'azione giudiziaria contro la Franzoni, voglio sequestrare la villa di Cogne. Mi devono dare circa 800mila euro". La rivelazione è di Carlo Taormina, uno dei difensori di Anna Maria Franzoni nel delitto di Cogne. Ma i coniugi non avrebbero saldato il conto con il celebre avvocato: "Se mi pagano, la casa se la tengono - afferma Taormina -  altrimenti la prendo io. Se lei non ottempera a un contratto alla fine va incontro a un pignoramento. Per me resta innocente, pero' mi deve dare i soldi. C'e' la casa. E' una bella casa ma e' maledetta, non ci dormirei mai. Se la prendo la rivendo subito".

Commenta Stampa
di GB
Riproduzione riservata ©