Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

DELITTO DI PERUGIA: UN TESTIMONE A "PORTA A PORTA"


DELITTO DI PERUGIA: UN TESTIMONE A 'PORTA A PORTA'
17/04/2008, 18:04

Occhi puntati sul salotto di Bruno Vespa, “Porta a Porta” per il giallo di Meredith Kercher, l’omicidio di Perugia.

Un testimone affermerà: “Tra le undici e mezzanotte ho visto due ragazzi che parlavano animatamente in un campo di basket. Erano Raffaele Sollecito e Amanda Knox. Erano vestiti di grigio, di scuro. Guardavano sempre di sotto. Poi ho visto che si sono allontanati”.

Il testimone ha voluto mantenere l’anonimato, e quindi stato ripreso di spalle con la voce camuffata. La notte tre il primo e il due novembre venne uccisa la studentessa inglese. E ora… Che c’entra il campo da basket? Lo spazio, frequentato di giorno da spilungoni universitari di tutto il mondo, dista poche decine di metri dall’abitazione di via della Pergola, dove si consumò la tragedia.

La villetta è proprio “sotto”, come avrebbe detto il testimone. Cioè lungo una discesa, che dal campo di basket porta appena fuori le mura della città. E dal campo di basket, lungo il bordo, si vede la strada che conduce al cancello. All'ingresso della famosa villetta.
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©