Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La collaboratrice di giustizia fu sciolta nell'acido

Delitto Garofalo, sei ergastoli


Delitto Garofalo, sei ergastoli
30/03/2012, 21:03

MILANO – La Corte d'Assise di Milano ha accolto le richieste dei pm e condannato al carcere a vita l'ex compagno di Lea Garofalo, la testimone di giustizia sequestrata, uccisa e sciolta nell'acido nel 2009 nel milanese. Condannati anche gli altri cinque indagati. Nello specifico Carlo Cosco, l’ex compagno di Lea Garofalo dovrà scontare due anni di isolamento diurno, mentre Giuseppe Cosco, Carmine Venturino, Rosario Curcio e Massimo Sabatino un anno di isolamento diurno. I danni patiti dalle parti civili, verranno determinati in separata sede. Come provvisionale, però, gli imputati dovranno risarcire la figlia della vittima, Denise Cosco, con 200mila euro. Al Comune di Milano, invece, andranno 25mila euro.
Presente al processo anche don Luigi Ciotti, presidente della storica associazione antimafia Libera assieme ad alcuni ragazzi che ne fanno parte e che hanno seguito tutte le udienze del processo.
 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©