Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Domenica Ruggiano ha ammesso di aver sparato

Delitto nel cosentino: la moglie confessa l’omicidio

Venerdì scorso uccise il marito e la figlia in casa

Delitto nel cosentino: la moglie confessa l’omicidio
01/05/2012, 13:05

COSENZA – Alla fine Domenica Ruggiano ha confessato: è stata lei ad uccidere Vincenzo e Rosa Genovese, rispettivamente marito e figlia, venerdì scorso a Villapiana, nel cosentino. È stato al termine dell’interrogatorio nell’ospedale di Rossano, presso il quale si trova ricoverata per ferite riportate dopo il tentato suicidio, che la donna ha ceduto e ha ammesso il delitto, dichiarando che il movente di questo suo tragico gesto sarebbero stati i continui “contrasti con il marito” trascinati da tempo. In merito alle ragioni che l’avrebbero spinta a compiere anche l’assassinio della figlia, la donna, che appare tuttora fortemente confusa, non ha saputo però fornire ulteriori spiegazioni.
Dopo aver commesso questa vera e propria strage nel cosentino, era stata la stessa Ruggiano a fornire una versione diversa e soprattutto strana: aveva raccontato di un estraneo che era entrato in casa e aveva sparato contro Vincenzo Genovese e la figlia Rosa. La donna aveva anche detto che, in stato di shock, subito dopo il delitto era andata a letto, seppur lievemente ferita. La sua versione però fin dal principio non aveva convinto gli inquirenti, che oggi hanno potuto chiarire il mistero di quella strage. La casalinga ha ammesso di aver ucciso prima il marito, colpendolo alle spalle, e poi la figlia che si era precipitata nel cortile, dopo il primo sparo. Per l’omicidio è stato utilizzato il fucile che il consorte deteneva legalmente in un ripostiglio della casa.
La donna ora è tenuta sotto stretta sorveglianza in ospedale: il Procuratore di Castrovillari, Franco Giacomantonio, ha spiegato di avere disposto un controllo a vista per lei in considerazione della possibilità che possa tentare di uccidersi così come aveva tentato di fare subito dopo il duplice omicidio sparandosi un colpo con lo stesso fucile con cui aveva ucciso marito e figlia.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©