Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In un'operazione congiunta Italia-Romania

Delitto Rosi: arrestato il terzo romeno ricercato

L'uomo si trovava a casa della suocera

Delitto Rosi: arrestato il terzo romeno ricercato
19/03/2012, 17:03

PERUGIA- Anche il terzo romeno accusato del delitto del perugino Luca Rosi è stato assicurato alla giustizia. Si tratta del 23enne  Dorel Gheorghita che è stato arrestato dalla polizia romena in un’operazione svolta in collaborazione con i carabinieri di Perugia mentre si trovava in casa della suocera in un centro al confine tra Romania e Moldavia. L’uomo era sotto controllo da diversi giorni, sono state intercettate anche delle telefonata tra lui ed uno degli altri arrestati per lo stesso crimine.
Il 38enne bancario è stato ucciso nella notte tra il 3 e il 4 marzo durante una rapina nella villa dei suoi genitori perché aveva provato a difendere la sua compagna che era stata presa di mira dai malviventi, in casa al momento dell’omicidio era presente anche il nipote di otto anni.  Scattò subito dopo una ricerca serrata da parte delle forze dell’ordine sui sospettati di nazionalità romena. Gheorghita era ricercato da venerdì, giorno in cui il gip Carla Giangamboni ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per lui e per gli altri due romeni Iulian Ghirghita e Aurel Rosu arrestati a Gorizia, alla frontiera italo-slovena, mentre cercavano di scappare dall’Italia. Durante l’interrogatorio di garanzia i sue arrestati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©