Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Delitto Tommasino, le reazioni del mondo politico


.

Delitto Tommasino, le reazioni del mondo politico
04/02/2009, 10:02

A poche ore dall’omicidio di Luigi Tommasino, il consigliere comunale del Pd ucciso poco dopo le 15.30 a Castellammare di Stabia, si susseguono le dichiarazioni del mondo politico, alternandosi tra la solidarietà alla famiglia della vittima e gli inviti alla cittadinanza a reagire a questa violenza. Intanto prosegue il lavoro delle forze dell’ordine che, viste le modalità dell’agguato, per il momento escludono la pista passionale indirizzando i sospetti sulla malavita locale. Salvatore Vozza, il sindaco di Castellammare, ancora scosso dall’accaduto, ha fatto sapere di avere visto per l’ultima volta Tommasino intorno alle 8.30 di stamattina, avevano preso un caffè insieme. “Appariva assolutamente tranquillo, non c’era nessun segnale di quanto è poi accaduto”, ha dichiarato Vozza. Tra gli assessori ed i consiglieri comunali che hanno raggiunto il Municipio, molti hanno sottolineato che Tommasino era un politico poco esposto e poco in vista, che non si era distinto per nessuna battaglia e che non gestiva potere.

 
“Nell’esprimere il più sentito cordoglio alla famiglia Tommasino, - ha dichiarato la senatrice del Pd Teresa Armato, intervenendo nell’aula del Senato, - chiedo un’immediata informativa del Governo sull’assassinio del Consigliere comunale di Castellammare di Stabia, Luigi Tommasino, avvenuto poco fa. Davanti a questa efferata ed inaudita violenza chiediamo che il Governo riferisca al più presto nell’aula del Senato”.


Vivissima solidarietà alla famiglia di Tommasino ed al Consiglio comunale è stata espressa anche dal sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, che sottolinea che “anche le circostanze nelle quali si è svolto l’omicidio, il fatto che in macchina con l’ucciso ci fosse il figlio, rendono l’episodio più terrificante. Di fronte a tanta violenza è necessario intensificare l’impegno per il rispetto della vita umana e la serena convivenza nelle nostre città”.


“L’uccisione del consigliere comunale Luigi Tommasino ci lascia sgomenti per un fatto così crudo e brutale, - dichiara Vannino Chiti, vice presidente del Senato, - la mia solidarietà e vicinanza vanno alla famiglia e al Comune di Castellammare di Stabia. La mia speranza è che si accertino subito le responsabilità dell’omicidio”.


“Sgomento e rabbia” per la morte di Tommasino vengono espressi in una dichiarazione del sindaco di Castellammare, dell’intero consiglio comunale e della giunta. “Siamo innanzitutto vicini alla famiglia, colpita dal tremendo dolore per la perdita di Gino. Una morte inaudita, che sconvolge tutti quanti noi”, si afferma nel testo. “La bestialità andata in scena oggi pomeriggio ci inorridisce, ma non ferma la condanna piena ed assoluta che tutti noi, rappresentanti dell’insieme delle forze politiche del consiglio comunale e della comunità stabiiese, facciamo della camorra e della violenza”. “Davanti alla tragedia della morte di Gino Tommasino, siamo convinti della necessità che l’intera città di Castellammare di Stabia gridi il suo no alla camorra. In un momento di dolore così forte, esprimiamo piena fiducia nell’operato delle forze dell’ordine e della magistratura che sapranno chiarire modalità e origine di un fatto di sangue così efferato”, conclude la dichiarazione. Sindaco, Giunta e consiglio rivolgono un appello “a tutti i cittadini che possano essersi trovati nelle vicinanze del luogo, al momento dell’omicidio, affinchè forniscano agli inquirenti elementi utili alla ricostruzione del fatto. La loro collaborazione potrà essere utile anche a dimostrare che Castellammare di Stabia è una città che non ha paura”.

 
Il presidente del Senato, Renato Schifani, condivide lo “sconcerto” espresso in Aula, a nome del Pd, dalla senatrice Teresa Armato sull’omicidio del consigliere, parla di “piena e totale solidarietà in occasione di questo terribile eccidio”, assicura che la presidenza “acquisirà immediatamente gli opportuni elementi per poter informare l’aula e pregherà il governo di riferire al più presto”.

“La morte di Luigi Tommasino, ucciso davanti agli occhi del figlio, ci turba profondamente, - ha dichiarato Antonio Bassolino, presidente della Regione Campania, - siamo vicini alla famiglia, a cui rivolgiamo affettuose condoglianze”. Appena appreso la notizia Bassolino ha chiamato il sindaco Vozza per esprimere a lui e al consiglio comunale di Castellammare “piena solidarietà umana e istituzionale di fronte a questo gravissimo atto di violenza camorrista”.

 
“Un episodio di inaudita gravità, - si legge in una nota del presidente del Consiglio regionale della Campania, Sandra Lonardo Mastella, - che ha scosso tutti noi, che impone da parte delle istituzioni una risposa ferma, una condanna precisa”. “Il mio pensiero affettuoso in questo momento va al figlio che ha assistito all’assassinio del padre. A nome del Consiglio regionale della Campania, di tutti i gruppi politici, giungano le più sentite condoglianze alla moglie, all’intera famiglia del consigliere comunale, barbaramente ucciso, ai suoi amici, ai colleghi di partito. Vorrei esprimere forte vicinanza al sindaco, Salvatore Vozza, ed all’intera città di Castellammare di Stabia”.

 
“Stroncare la camorra e impedirle di pesare sulla vita pubblica delle amministrazioni locali, - ha dichiarato il segretario del Pd, Walter Veltroni, - è un compito che deve impegnare tutta la politica a livello nazionale. Ho parlato con il sindaco e il Prefetto dopo l’agguato efferato che segna un’altra pagina di orrore della camorra. Alla famiglia del consigliere comunale va la mia solidarietà e il mio affetto”.


“Lo sforzo della Polizia di Stato è massimo, per fare chiarezza sull’omicidio del consigliere comunale Gino Tommasino”. Sono le parole del questore di Napoli, Antonino Puglisi, recatosi a Castellammare di Stabia subito dopo l’omicidio. “Per fare chiarezza su questo efferato omicidio si stanno impegnando i dirigenti del commissariato di Castellammare di Stabia e della Squadra mobile, che sono in contatto costantemente con l’autorità giudiziaria. Mani esperte hanno compiuto questo delitto, un fatto molto grava sul quale, ripeto, faremo chiarezza”. Su quale potrebbe essere il movente dell’omicidio, Puglisi non si sbilancia. “Non siamo in grado di dire, per adesso, la matrice di questo omicidio, se si tratti di camorra o altro”, ha dichiarato.
 
"In questo momento per me di grande cordoglio – dice il consigliere regionale del Pd Pasquale Sommese - leggo dichiarazioni che mi attribuiscono valutazioni politiche su questa immane tragedia. Tali valutazioni non riflettono in alcun modo il mio pensiero, che in questo momento va solo al dolore della famiglia del povero Gino Tommasino. Una famiglia stimata, provata in maniera atroce da questo barbaro omicidio”.


Il presidente del Gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale della Campania Paolo Romano ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Non si può non rimanere sconvolti di fronte a certa barbarie criminale, così come non si può non reagire che con la massima durezza di fronte ad episodi così efferati. Nel’esprimere a nome dell’intero gruppo consiliare la nostra più commossa vicinanza alla famiglia Tommasino e all’intera comunità stabiese auspichiamo con forza che i responsabili di questo gravissimo omicidio vengano immediatamente assicurati alla giustizia”.


Il gruppo regionale del Partito democratico esprime la propria solidarietà al Pd di Castellammare di Stabia e profondo cordoglio al Sindaco, Salvatore Vozza e all’Amministrazione comunale per il tragico omicidio del consigliere Luigi Tommasino, auspicando che i colpevoli di tale vile assassinio siano al più presto assicurati alla giustizia

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©

Correlati