Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La paura di essere riportati nei campi di concentramento

Denuncia della Ong: "I libici hanno fatto annegare una donna col figlio"


La donna e il bambino morti nel naufragio
La donna e il bambino morti nel naufragio
17/07/2018, 14:23

MAR MEDITERRANEO - Grave denuncia della Proactiva Open Arms, una delle Ong che cercano di salvare i migranti. In un tweet spiegano che la Guardia costiera libica ha lasciato a mare due donne e un bambino, dopo che la loro imbarcazione era affondata, perchè non volevano essere riportate nei campi di concentramento libici. Anzichè lasciare loro un natante di sopravvivenza, le hanno lasciate a mare e se ne sono andati. La Proactiva Open Arms è arrivata in zona e ha salvato una delle due donne, ma l'altra donna e il bambino non ce l'hanno fatta a resistere e sono morti di ipotermia. 

Nonostante questo, Continua la campagna del Ministro dell'Interno Matteo Salvini. che continua ad attaccare le navi delle Ong per il fatto che salvano migranti ed è arrivato al punto da dire che la Libia e i suoi campi di concentramento sono un porto sicuro. Più o meno come Auschwitz era una stazione ferroviaria sicura nel 1944

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©