Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo tradito da una foto messa in Internet

Denunciato collezionisti di fossili, trovati oltre 11 mila reperti


Denunciato collezionisti di fossili, trovati oltre 11 mila reperti
15/11/2011, 16:11

SAN CANDIDO (BOLZANO) - Un ingente patrimonio di fossili è stato trovato a casa di un uomo di San Candido, cittadina in provincia di Bolzano. Oltre 6000 pezzi, che andavano da schegge di osso di pochi centimetri a pezzi di oltre due metri. Con una gemma particolare: due uova fossili, datate 67 milioni di anni, di Telmatosaurus transsylvanicus, un dinosauro massiccio che raggiungeva i 6 metri di lunghezza. SI tratta di uova che contengono il piccolo in via di formazione: sul mercato nero, valgono un mezzo milione l'una.
Ed è stato proprio grazie a queste uova che è stato scoperto. L'uomo - insieme a due rumeni e un austriaco - le aveva rubate in Romania nel 2005. Ma nel 2009, uno dei rumeni ha postato su Internet una foto con una delle uova rubate. Da lì sono partite le indagini e i quattro sono stati individuati. Il bolzanino è stato denunciato per ricettazione, ricerche archeologiche non autorizzate e impossessamento illecito di beni culturali. Ma durante le indagini si è scoperto che questo individuo aveva frequenti rapporti con un altro appassionato come lui, in provincia di Pordenone. E una perquisizione ha portato a scoprire a casa di quest'ultimo altri 5000 reperti fossili, tutti illecitamente detenuti. Un vero patrimonio su cui i paleontologi potranno lavorare a lungo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©