Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I medici: "E' solo un'influenza"

Diagnosi sbagliata, 22enne muore per setticemia


Diagnosi sbagliata, 22enne muore per setticemia
05/10/2010, 10:10

BARI - Le avevano diagnosticato un'influenza e invece si trattava di una setticemia. Antonella Mansueto, 22 anni, è morta per una "cancrena conseguente a una trombosi per shock settico".
A sbagliare la diagnosi sono stati i medici dell'ospedale di Putignano nel barese. La ragazza, studentessa di farmacia, si era sottoposta ad un intervento ritenuto semplice, finalizzato ad asportare una cisti al coccige. Dopo poco tempo però si sono verificate delle complicazioni.
"Il chirurgo Aldo Calò, che l'ha operata, diceva - si legge nell'esposto alla Procura - che il suo operato non doveva essere messo in discussione". Le condizioni di Antonella due mesi dopo l'operazione si sono aggravate, la febbre è arrivata fino a 42. Il medico di guardia ha rassicurato più volte la famiglia di Antonella dicendo che si trattava soltanto di un'influenza. Invece era una setticemia diffusa. All'ospedale di Noci i medici hanno in seguito capito che le condizioni di salute della ragazza erano gravi. Al nosocomio di Acquaviva della Fonti hanno tentato perciò l'impossibile. I medici hanno amputato le dita delle mani e le gambe della ragazza. Ma la giovane non ce l'ha fatta, dopo quattro giorni è morta.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©