Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Elio Fiabane era finito contro un cannone sparaneve

Diagnosticate delle fratture ma muore dopo 24 ore

Le responsabilità sono da verificare

Diagnosticate delle fratture ma muore dopo 24 ore
04/03/2012, 22:03

 Ancora da chiarire le dinamiche della vicenda che hanno visto prima il ricovero e poi la morte di Elio Fiabane, 49 anni, di Gressan (Aosta). Dopo un incidente, forse dovuto alla scontro contro un cannone sparaneve, l’uomo era stato trasportato in elicottero ad Aosta dove gli erano state diagnosticate delle fratture. In particolare si trattava di fratture alla gamba e al bacino. Ma qualcosa non è andato nel verso giusto è Elio è morto il giorno dopo. A causare il decesso, avvenuto questo pomeriggio nel reparto di rianimazione dell’ospedale, potrebbero essere state delle lesioni interne non diagnosticate. Le eventuali responsabilità della struttura sanitaria sono ancora da verificare.
Elio Fiabane era fratello di Roberto, allenatore nazionale di sci alpino, e di Simone, allenatore di snowboard e sci ed ex atleta di livello italiano.
I vertici della struttura sanitaria della Valle d’Aosta hanno più volte specificato che la cauda del decesso non è da attribuire a lesioni interne non diagnosticate ma ad un aggravarsi improvviso, nel corso della notte, del quadro clinico dovuto a insufficienze cardiorespiratorie.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©