Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

De Magistris: "Precedenza ai dipendenti Asìa"

Differenziata, il Comune dice no ai corsisti Bros


.

Differenziata, il Comune dice no ai corsisti Bros
04/06/2011, 13:06

NAPOLI - Le casse vuote del Comune e l’emergenza rifiuti che attanaglia ormai da troppi anni la città, sono le vere spine nel fianco per il neosindaco Luigi de Magistris. Dopo aver annunciato uno snellimento della macchina comunale, che equivale a dire una drastica riduzione di dirigenti con contratti in scadenza e consulenze, la fascia tricolore deve far fronte ad una delle promesse che gli hanno permesso di stravincere la campagna elettorale: la raccolta differenziata in città da far partire subito, per raggiungere almeno il 35 per cento previsto dalla legge, con una spesa in attrezzature che si aggira attorno ai 50 milioni di euro.
Subito il “porta a porta”, dunque. Ma chi se ne dovrà occupare? “La precedenza va data ai dipendenti Asìa” sostiene De Magistris, che liquida così i precari Bros che gli hanno chiesto di essere integrati nel piano per la raccolta. I corsisti, quindi, potranno rientrare nelle attività di Palazzo San Giacomo “solo dopo un’accurata verifica”.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©