Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

5 denunce per gli scontri all’università

Digos, episodio Lettieri: identificati al momento 15 contestatori


Digos, episodio Lettieri: identificati al momento 15 contestatori
30/04/2011, 13:04

Cinque studenti sono stati denunciati per la rissa tra universitari di opposte fazioni politiche che, ieri mattina, c'é stata all'interno della facoltà di Lettere dell'università Federico II, in via Porta di Massa a Napoli. Ad essere denunciati, conferma la Digos, i quattro feriti ed un'altra persona coinvolta negli scontri. I collettivi di sinistra, ieri, avevano reso noto di essere stati aggrediti da un gruppo di giovani di estrema destra, tra i quali anche uno armato di coltello; i militanti di Casapound, invece, avevano parlato di "aggressione da parte degli antifascisti", e denunciato gravi ferite alla testa inferte a uno di loro da una quindicina di universitari dell'altra fazione "armati con manici di piccone". Dei quattro feriti, tre appartengono ai collettivi di sinistra, ed un altro a CasaPound. Intanto continua senza sosta l'esame delle immagini, secondo quanto si è appreso, sono quindici, al momento, le persone che sono state identificate per il tentativo di aggressione, ieri pomeriggio a Napoli, al candidato sindaco Pdl, Gianni Lettieri. Le indagini della Digos continuano sia attraverso l'ascolto di testimoni che le analisi delle foto e dei video che sono stati girati: complessivamente potrebbero essere una ventina le persone coinvolte che rischiano di essere denunciate. Lettieri, ieri pomeriggio, ha subito un tentativo di aggressione da parte di decine di giovani dei centri sociali davanti al complesso monumentale di San Lorenzo, nel centro antico della città, dove si era recato per una manifestazione elettorale. Sputi, spintoni, e insulti l'hanno costretto a rifugiarsi all'interno della basilica, scortato dagli agenti della Digos, malgrado i suoi tentativi di parlare con i contestatori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©