Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dipendente del Consorzio di Bacino 1 spara a suo collega: fermato


Dipendente del Consorzio di Bacino 1 spara a suo collega: fermato
24/01/2012, 12:01

Ieri sera, gli agenti del Commissariato di Polizia “Arenella”, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria un pluripregiudicato  54enne napoletano, in quanto gravemente indiziato dei delitti di detenzione e porto abusivo di armi aggravato e lesioni personali aggravate.

Le indagini dei poliziotti sono iniziate quando, in seguito ad una segnalazione alla Sala Operativa della Questura, si sono recati presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Cardarelli dove hanno accertato la presenza di un 42enne napoletano appena giunto al presidio con numerose ferite da arma da fuoco alle gambe ed al momento in prognosi riservata.

L’uomo, dipendente del Consorzio di Bacino Salerno 1, nonostante cosciente, si è però rifiutato di collaborare per consentire l’identificazione dell’aggressore.

A questo punto sono iniziate le indagini, che partendo dall’ambiente lavorativo della vittima, hanno portato nel giro di mezza giornata all’identificazione dell’aggressore nell'uomo fermato anche lui dipendente dello stesso consorzio. Secondo quanto ricostruito, l’agguato è infatti emerso nell’ambito lavorativo dove, nel corso delle ultime settimane, si erano accumulate forti tensioni tra la vittima e l’aggressore. Quest’ultimo infatti con mansioni di coordinatore dell’area manutenzione, si era più volte scontrato con un’altra dipendente del consorzio, amica della vittima e con quest’ultimo, che aveva spesso assunto le sue difese.

Ieri mattina, alle prime luci dell’alba, c’è poi stato l’epilogo della vicenda. La vittima era nell’autovettura di un suo collega, in attesa della collega amica, per poi recarsi tutti insieme a lavoro nel salernitano, quando improvvisamente è arrivato l'uomo. Il coordinatore del Consorzio a questo punto ha aperto lo sportello della designata vittima e gli esploso alcuni colpi d’arma da fuoco in direzione delle gambe attingendolo.

Verso le 19.00, gli agenti si sono pertanto recati in via Janfolla presso l’abitazione del sospetto reo e lo hanno atteso. Quando è rientrato a casa, il 56enne ha mostrato di essere sorpreso. A precisa richiesta degli agenti ha poi dichiarato che di primo mattino si era regolarmente recato al lavoro in aperto contrasto a quanto rilevato presso gli uffici del consorzio poche ore prima.

Il pluripregiudicato tra l’altro per tentato omicidio e numerosi violazioni alla normativa su armi ed esplosivi, è stato pertanto sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e subito condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©