Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Disagi burocratici per gli invalidi a Rieti, la Del Fallo insorge


Disagi burocratici per gli invalidi a Rieti, la Del Fallo insorge
12/02/2010, 09:02


RIETI - "Come al solito, nel nostro Paese le politiche sociali, ad ogni livello, si rivelano un completo fallimento". In questo modo Barbara Del Fallo, viceresponsabile per le Politiche Sociali dell'Italia dei Diritti, insorge rispetto ai forti disagi riscontrati a Rieti e provincia in merito all'applicazione delle nuove norme di invalidità civile. La corrente legge, infatti, stabilisce che dal 1 gennaio 2010 le domande di invalidità devono pervenire all'Inps solo per via telematica, abolendo così la documentazione cartacea. Grave il disservizio denunciato dalla locale Uilp pensionati, considerando che in molte zone della città e della provincia reatina non esiste ancora la connessione Adsl. Risulta, inoltre, che molti medici di famiglia, essendo stati informati solo a fine 2009, non hanno ancora ricevuto i codici necessari per accedere al servizio telematico.

"Quest'episodio - commenta amareggiata la Del Fallo - è un'ulteriore testimonianza di come alcune categorie di persone, già fortemente penalizzate nella loro condizione fisica, siano danneggiate da servizi e strutture carenti che non riescono a entrare nell'ottica dello stato sociale ed assistenziale. Fatti gravi e deleteri come questo - continua - devono far riflettere tutta la società civile". Riguardo alla segnalazione da parte della Uilp pensionati, la viceresponsabile per le Politiche Sociali dell'Italia dei Diritti conclude: "Invece di essere scritte a grandi lettere sui giornali, queste denunce provengono sempre più spesso da parte di frange esigue della popolazione. Evidentemente, in questo momento storico, la stampa quotidiana ha altri argomenti di cui occuparsi, mentre i cittadini reclamano a gran voce le loro priorità".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©