Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Guasti e danni su Cumana e Circumvesuviana

Disagi senza fine dei trasporti su ferro

Dimezzato il numero delle corse, esasperati i viaggiatori

.

Disagi senza fine dei trasporti su ferro
17/06/2013, 11:47

NAPOLI - Domenica d’inferno per gli utenti dei mezzi pubblici di Napoli. La Circumvesuviana, già tristemente nota per numerosi disagi ai viaggiatori, ha funzionato con meno della metà dei treni a disposizione, 60 su 142, causa manutenzione, costringendo i cittadini a viaggiare in pessime condizioni, schiacciati l’uno contro l’altro e senza aria condizionata. Situazione, questa,  che sul treno delle 9.39 del mattino, ha spinto qualcuno a danneggiare persino le porte dei convogli per avere almeno uno spiraglio d’ossigeno e che ha suscitato diverse e vivaci proteste, per le quali è stato necessario fermare la vettura e avvertire la polizia presso la stazione di San Giorgio a Cremano. Situazione critica anche per quanto riguarda la Cumana, dove è stato forzatamente interrotto il servizio: a causa del caldo, nelle vecchie carrozze si sono raggiunte temperature intorno ai 50 gradi, con una situazione prossima al collasso. Non si vede via d’uscita, quindi, per il problema degli spostamenti, certamente non nuovo alla città e i disagi già presenti durante l’inverno non  fanno che aggravarsi con l’arrivo del caldo estivo. Paradossalmente, immettersi nelle lunghe code del traffico e penare per poter parcheggiare, sembrerebbero il male minore per poter godere di una giornata in spiaggia. 

Commenta Stampa
di Denise Penna
Riproduzione riservata ©