Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il premier rischia un nuovo procedimento penale

Disboscato 1 ettaro di macchia mediterranea a Villa Certosa, guai per Berlusconi?


Disboscato 1 ettaro di macchia mediterranea a Villa Certosa, guai per Berlusconi?
11/04/2012, 14:04

PORTO ROTONDO (OLBIA) - Non finiscono i guai giudiziari per l'ex premier Silvio Berlusconi. Ora rischia un nuovo procedimento penale per i lavori che sta facendo nel terreno che fa parte di Villa Certosa. Già da tempo ha effettuato il disboscamento di 2000 metri quadri di terreno, per impantare un aranceto, nella zona vicina a quella che una volta era una serra e che negli ultimi 10 anni è stata trasformata  in sala convegni, cinema, teatro, bar e acquario che ingloba, nei locali sottostanti, una attrezzatissima palestra per fitness, saune finlandesi e bagni turchi. Per questo, è stata richiesta una sanatoria su cui la Regione sta valutando cosa fare e in particolare a quanto deve ammontare la sanzione amministrativa.
Per quanto però sia salata la contravvenzione, rischia di essere nulla, rispetto al resto. Infatti il coprpo della Guardia Forestale ha accertato che in un'altra zona, quella intorno al cosiddetto nuraghe (in realtà una cabina elettrica trasformata con una forma tronco-conica. In quella zona una zona di circa un ettaro è stata disboscata quasi completamente - sono stati lasciati solo qua e là dei ciuffi di piante selvatiche - dove il terreno degrada verso il mare. E questo in una zona sottoposta a vincoli paesaggistici ed ambientali e con una legge che proibisce anche di strappare via un cespuglio di piante infestanti, senza l'autorizzazione della Regione. Il rischio, oltre ad una sanzione altissima, è per l'apertura di un processo penale in base alla legge che punisce questo genere di reato. Come se Berlusconi non ne avesse abbastanza a Milano...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©