Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Presidente nazionale Bonelli: "Un fatto gravissimo"

Discarica Terzigno, accesso negato ai Verdi


.

Discarica Terzigno, accesso negato ai Verdi
24/05/2010, 17:05

TERZIGNO - Accesso negato alla Federazione dei Verdi di Napoli alla discarica di Terzigno. Il commissario regionale della federazione Francesco Emilio Borrelli aveva inoltrato richiesta nei giorni scorsi al prefetto di Napoli e all’ufficio ambiente della Regione Campania e della Provincia di Napoli per poter svolgere un sopralluogo al sito di via Nespole della Monica. Richiesta conclusasi con un nulla di fatto per il mancato accesso alla discarica del parco nazionale del Vesuvio. “Una discarica nel parco nazionale del Vesuvio è una  vergogna -  ha detto Francesco Emilio Borrelli, coordinatore regionale dei Verdi - una vergogna che è stata permessa dall’attuale governo e dal sindaco di Terzigno che ha permesso la prima e sta consentendo anche la realizzazione della seconda su questo territorio, un’area militarizzata a cui i cittadini non hanno accesso. Non possono verificare cosa succede all’interno, è un elemento di poca trasparenza per una gestione così grave dell’emergenza rifiuti. Se il piano rifiuti prevedeva la gestione del termovalorizzatore di Acerra che avrebbe dovuto bruciare tutti i rifiuti della provincia di Napoli, non si capisce perché restano aperti altri siti”.
“Siamo assolutamente contrari a questa discarica - ribadisce Angelo Bonelli, presidente nazionale dei Verdi - siamo assolutamente contrari all’apertura di un secondo invaso. Siamo esterrefatti, i cittadini non possono esercitare controllo popolare su che tipo di rifiuti entrano in questa discarica. Ci è stato impedito l’accesso, perché viene definito sito militare. Dove sono i funzionari dell’Arpac a controllare la qualità? Abbiamo visto che non c’è nessun controllo, i camion entrano e sversano in discarica, nel parco nazionale del Vesuvio. Scriverò al governo e al prefetto, perché quello che è accaduto, che la stampa non possa esercitare una funzione di controllo per informare i cittadini è un fatto di una gravità inaudita”.                                                                                                                                                                                                                                                                                 Nel video allegato le interviste al coordinatore regionale Francesco Emilio Borrelli e al presidente nazionale dei verdi Angelo Bonelli.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©