Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Stop allo sciopero della fame del sindaco Langella

Discarica Terzigno, domani tavolo tecnico in Provincia


.

Discarica Terzigno, domani tavolo tecnico in Provincia
29/09/2010, 16:09

BOSCOREALE - La protesta dei sindaci vesuviani che hanno occupato ieri la sala giunta della Provincia di Napoli si è conclusa con l’istituzione di un tavolo tecnico permanente finalizzato a trovare alternative all'apertura della seconda discarica di Terzigno in localita' ex cava Vitiello, fortemente osteggiata da popolazione e amministrazioni comunali. I sindaci di Terzigno, Trecase, Boscoreale e Boscotrecase, insieme a Provincia, Sapna (la societa' provinciale che dovra' gestire il ciclo integrato dei rifiuti) e Regione Campania, tenteranno, dalle 18 di giovedì prossimo di evitare che la piu' grande discarica d'Europa (il secondo invaso può contenere fino a 3 milioni di tonnellate di rifiuti) prenda corpo proprio nel Parco Nazionale del Vesuvio, località inserita nella lista dei siti patrimonio dell'umanità dell'Unesco. '"Un comune che ha dato oltre l'80% dei suoi voti al presidente Berlusconi ha il diritto di chiedere il suo intervento affinchè la paventata apertura della seconda discarica rimanga lettera morta": ha detto il sindaco di Terzigno Auricchio. L'accordo sul tavolo tecnico ha spinto il sindaco di Boscoreale Gennaro Langella a interrompere lo sciopero della fame, dopo quattro giorni di astinenza: "Abbiamo ottenuto - spiega - una piccola prima vittoria'". Intanto le iniziative pacifiche di lotta, gia' decise, restano in piedi: stasera riunione dei sindaci nel Parco del Vesuvio. Stasera, a Boscoreale, veglia di preghiera con il vescovo di Nola e giovedì giornata di lutto cittadino nei comuni dell'area vesuviana.
 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©