Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Omessi controlli su riciclo rifiuti

Discariche illegali, l’Ue chiede che l’Italia venga multata


Discariche illegali, l’Ue chiede che l’Italia venga multata
24/10/2012, 19:58

BRUXELLES - La Commissione Ue ha intenzione di chiedere alla Corte europea di giustizia una multa per l’Italia per il mancato rispetto delle sentenze che chiedono la bonifica di centinaia di discariche illegali di rifiuti. La multa sarà di circa 56 milioni di euro, oltre a 256.000 euro da pagare per ogni giorno successivo alla sentenza fino al momento in cui verrà materialmente effettuato il versamento.
“Nonostante una precedente sentenza della Corte di giustizia al riguardo nell’aprile 2007, i problemi sussistono ancora in quasi tutte le regioni italiane e le misure in vigore non sono sufficienti per risolvere il problema a lungo termine. Su raccomandazione del Commissario per l’Ambiente, Janez Potocnik, la Commissione ha pertanto deciso di deferire l’Italia alla Corte di giustizia dell’Unione europea e di imporre un’ammenda forfettaria di 56 milioni di euro (28089,60 euro per giorno tra le 2 sentenze della Corte) e un’ammenda giornaliera di 256819,20 euro per ogni giorno successivo alla seconda sentenza fino al giorno della regolarizzazione dell’infrazione” –spiega la commissione in una nota.
La procedura di infrazione si riferisce a 255 discariche che devono ancora essere bonificate. Nonostante gli impegni assunti dalle autorità italiane nel 2007, sottolinea Bruxelles, solo 31 discariche problematiche saranno bonificate entro la fine del 2012. Un calendario completo per l’ultimazione dei lavori è stato programmato unicamente per 132 discariche su 255. Inoltre, la Commissione non dispone di informazioni da cui risulti che l’Italia abbia istituito un sistema di controllo adeguato per evitare l’apertura di nuove discariche illegali.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©