Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

L'ex première dame in un'intervista a 'Vogue'

Distante da Sarkozy, Carla Bruni: "Sì ai matrimoni gay"

"Non vedo nulla d'instabile nelle famiglie con genitori gay"

Distante da Sarkozy, Carla Bruni: 'Sì ai matrimoni gay'
26/11/2012, 19:41

PARIGI (FRANCIA) - L'ex première dame francese, Carla Bruni è stata intervistata per la rivista 'Vogue' e si è dichiarata favorevole al matrimonio tra omosessuali e all'adozione da parte delle coppie gay. Divergenze di opinioni, quindi, in casa Sarkozy. Carla Bruni si allontana dal pensiero del marito ed ex premier Nicolas Sarkozy. L'ex modella ha esposto la sua posizione in un'intervista che sarà pubblicata nel numero di dicembre della rivista patinata.
"Sono favorevole perché molti miei amici, uomini e donne, sono in questa situazione e non vedo nulla di instabile o perverso nelle famiglie con genitori gay". La dichiarazione di Carla Bruni arriva mentre i socialisti francesi stanno portando avanti un disegno di legge che all'inizio dell'anno prossimo renderà possibili i matrimoni tra omosessuali. "Mio marito è contro per ragioni legate alla sua vocazione politica, perché vede le persone come gruppi di migliaia, anziché come singoli individui" è la giustificazione che Carla Bruni dà delle convinzioni di Sarkozy.
Nell'intervista a 'Vogue', Carla Bruni rivendica la sua vita borghese e la sua distanza dal femminismo: "Le donne della mia generazione non hanno bisogno di essere femministe. Io non sono affatto una femminista impegnata. Al contrario, sono una borghese. Amo la vita in famiglia, amo fare le stesse cose ogni giorno".

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©