Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

DL GELMINI: RIPRENDONO LE PROTESTE


DL GELMINI: RIPRENDONO LE PROTESTE
20/10/2008, 12:10

Sono riprese oggi le proteste contro il decreto legge della Gelmini sulla scuola. Si sono scelte strade diverse in ogni città e spesso anche in ogni facoltà. Per esempio a Roma stanno facendo lezione di fisica in piazza Montecitorio. A Milano, in quella che forse è la più decisa tra le proteste, 200 studenti dell'università sono arrivati davanti Palazzo Marino, la sede del Comune, e lì hanno iniziato un sit-in, per protestare contro le dichiarazioni, ritenute offensive, del Vice Sindaco, Riccardo de Corato, che aveva detto che gli studenti non possono bloccare la città una volta a settimana. "La possiamo bloccare anche tutti i giorni, tanto ormai la scuola è allo sbando e non ci insegna molto", hanno risposto i ragazzi. E non sono mancate dimostrazioni verso la Gelmini, come il rogo di una copia del decreto legge da lei firmato, in risposta al fatto che venerdì il Ministro all'Istruzione disse che i ragazzi che scioperavano lo facevano senza sapere il contenuto del provvedimento.

A Livorno, 8000 studenti hanno organizzato un corteo che questa mattina ha attraversato la città, sempre per lo stesso motivo, riunendosi poi pressola Fortezza Nuova. A Napoli gli studenti del liceo classico Genovesi prima hanno tentato di occupare la scuola, poi si sono riuniti nella adiacente piazza del Gesù, per una assemblea pubblica. A Palermo, dove oggi doveva essere presente la Gelmini, grossa manifestazione (almeno 15 mila presenze, secondo gli organizzatori) che ha attraversato le vie cittadine fino al Rettorato; ma all'ultiomo momento il Ministro ha disdetto l'incontro e quindi gli studenti non potranno farsi sentire da lei. A Catania infine è stata occupata l'aula magna.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©