Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Luca non sopportava la fine della loro relazione

Dodici coltellate per una storia finita: muore ventenne

Uccisa dall'ex in pieno centro a Cesena

Dodici coltellate per una storia finita: muore ventenne
10/03/2011, 17:03

CESENA - La loro relazione era finita un mese fa, qualche giorno dopo San Valentino. Lui, Luca Lorenzini,  di 28 anni, non ha accettato il rifiuto della ex fidanzata,  Stefania Garattoni, di 20 anni. L’ha aspettata nei pressi dell’Istituto che la ragazza frequentava per diventare dirigente di comunità, a Cesena, diventata per un giorno teatro di sangue. Qualche scambio di parole, e poi all’improvviso, in pieno centro, Luca la colpisce con un coltello a serramanico. Dodici coltellate e Stefania muore, non ce la fa. Mentre cercano di soccorrerla, Luca pensa a scappare. Si rifugia in zona San Carlo, a Cesena, nei pressi di una centrale elettrica a ridosso del fiume. Qui minaccia uno studente universitario con il coltello che ha usato per uccidere Stefania. Gli chiede di sedersi con lui e di ascoltarlo su quanto accaduto. Gli agenti lo raggiungono grazie alla collaborazione di suo padre. La vicenda si complica perché Luca mostra una pistola, parte un colpo, ma gli agenti non perdono la calma nel momento in cui si rendono conto che l’arma è a salve. Alla fine Luca Lorenzini si arrende e dopo due ore di interrogatorio confessa. Non ce la faceva a sopportare la fine di una storia durata 4 anni e dieci mesi. Neanche la povera Stefania ce l’ha fatta a sopportare le dodici coltellate che ha ricevuto dal petto in su. Non ce l’ha fatta e Luca l’ha persa per sempre. Il ventottenne è ora nel carcere di Forlì con l’accusa di omicidio volontario.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©