Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'accusa per i due stilisti è di truffa ai danni dello Stato

Dolce e Gabbana, evasori di un miliardo di euro


Dolce e Gabbana, evasori di un miliardo di euro
19/11/2010, 21:11

MILANO - Chiesto il rinvio a giudizio dal pm di Milano Laura Pedio per Domenico Dolce e Stefano Gabbana. L'accusa per i due stilisti è di truffa ai danni dello Stato e infedele dichiarazione dei redditi per un'evasione fiscale commessa tra il 2004 e il 2005 di circa 1 miliardo di euro.
Secondo le indagini iniziate nel 2007 i guadagni derivanti dallo sfruttamento di alcuni marchi erano tassati all'estero, dove i due stilisti avevano creato la società Gado con base a Lussemburgo.
In realtà le imposte dovevano essere pagate in Italia. Dolce e Gabbana, accusati insieme ad altre persone, sarebbero colpevoli anche di aver ceduto i marchi alla società estera ad un prezzo inferiore al valore di mercato, cioè 360 milioni di euro invece di 700 milioni, modo per risparmiare sulle imposte da versare. L'evasione contestata dal pm è di 420 milioni di euro ciascuno e di 200 milioni alla società.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©