Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Presentato il ricorso contro la condanna in primo grado

Dolce e Gabbana in appello: "Non siamo titolari del marchio"


Dolce e Gabbana in appello: 'Non siamo titolari del marchio'
11/11/2013, 16:45

MILANO - Domenico Dolce e Stefano Gabbana, i due noti stilisti, hanno presentato ricorso presso il Tribunale d'Appello di Milano, contro la condanna in primo grado ad un anno e 8 mesi per frode fiscale. 
Nel ricorso, si fa presente che i due stilisti non possono essere condannati in quanto non sono titolari della società lussemburghese Gado, che detiene i diritti di sfruttamento del marchio Dolce&Gabbana, nè hanno alcun rapporto con essa. Di conseguenza manca una responsabilità diretta che possa portare ad una condanna. 
DI diverso avviso invece la Procura e il Tribunale di primo grado, che ha considerato invece Dolce e Gabbana come coloro che hanno creato in Lussemburgo la società Gado (le due lettere iniziali del cognome dei due stilisti) e le hanno trasferiti i diritti di sfruttamento del marchio per una cifra irrisoria, solo per pagare meno tasse; mentre in realtà il controllo restava saldamente a Milano. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©