Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Prima udienza: l'ex rais trasportato in eliambulanza

Domani il processo a Mubarak: in tribunale ... in barella

Le accuse sono di corruzione e omicidio. Pena di morte?

Domani il processo a Mubarak: in tribunale ... in barella
02/08/2011, 15:08

IL CAIRO – Hosni Mubarak sarà presente all’apertura del processo contro di lui, la cui prima udienza è prevista per domani 3 agosto. Anche se su un letto di ospedale l’ex rais egiziano non mancherà al processo che lo vede imputato e al tribunale del Cairo sarà trasportato in elicottero da Sharm el Sheikh, dove attualmente si trova, ricoverato in ospedale per le sue “condizioni semistabili”: “Questo per evitare di creare tensioni che scaturirebbero dalla sua assenza”, ha affermato il ministro dell’Interno egiziano.
Secondo fonti citate dal quotidiano “Masri el Youm” il letto di ospedale dell’ex rais sarà posizionato all’esterno della gabbia allestita per gli altri imputati del processo: i suoi due figli Gamal e Alaa, l’ex ministro dell’interno Habib el Adly e sei suoi stretti collaboratori. Le stesse fonti hanno anche detto che il generale Omar Soliman, potente capo dell’intelligence per circa venti anni e nominato vicepresidente da Mubarak nelle ultime fasi del regime dell’ex rais, guiderà il gruppo di testimoni che saranno presenti in aula domani.
Sono 600 le persone ammesse alla prima udienza, che per far fronte alla folla prevista si terrà nel centro fieristico. Mubarak dovrà rispondere delle accuse di corruzione e dell’omicidio di 850 persone, risalente agli scontri del 18 febbraio scorso, e su di lui, reduce da 30 anni di dittatura incontrastata, incombe l’incubo della pena di morte. Il processo, come richiesto a gran voce dal popolo sceso in piazza, sarà pubblico e oltre ai parenti delle vittime, in aula ci saranno anche i giornalisti. È prevista inoltre la diretta televisiva, con una serie di maxischermi seminati per il Cairo. Ultimi preparativi, dunque, per il processo a Hosni Mubarak che si aprirà domani all’accademia di polizia al Cairo e che già si prospetta essere il più famoso e più seguito in tutto l’Egitto.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©