Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

AL largo di Ponza, due Sos in poche ore

Domenica infernale per una famiglia: naufraghi, salvati, ancora naufraghi


Domenica infernale per una famiglia: naufraghi, salvati, ancora naufraghi
23/08/2011, 15:08

ISOLA DI PONZA - Ci sono alcune mattine dove, come si suol dire, uno dovrebbe restare a letto fino al giorno successivo. Beh, per una famiglia laziale l'idea non era così male, visto quello che è successo. Tutto inizia nel pomeriggio, quando alla Capitaneria di Porto arriva un Sos: uno yacht di 15 metri sta affondando. Giunti sul posto, individuano il natante e salvati i cinque occupanti l'imparcazione, ai soccorsi è rimasto il compito più gravoso: tirare fuori dall'acqua l'imbarcazione prima che la pressione dell'acqua facesse spaccare i serbatoi, facendo fuoriuscire fino a 1000 litri di gasolio. Compito che è stato completato a tarda notte. Qui si è potuto verificare che l'imbarcazione presentava sulla chiglia uno squarcio di circa 2 metri: segno evidente dello scontro con uno scoglio affiorante.
Nel frattempo, la famiglia in questione stava tornando a casa, a bordo di un'altra imbarcazione civile. Ma anche questo viaggio non è andato liscio: il natante ha centrato un oggetto che stava a pelo d'acqua e ha cominciato ad affondare. Nuovo Sos alla Capitaneria di Porto e nuovo intervento, con i sei (i cinque della prima imbarcazione più lo skipper della seconda) che sono stati riaccompagnati a casa dalla motovedetta, per maggiore sicurezza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©