Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Mons. Matino: "Il trapianto è il futuro di una vita"

Donazione di organi: dati in aumento in Italia


.

Donazione di organi: dati in aumento in Italia
18/05/2010, 19:05

NAPOLI - Il numero delle donazioni di organi in Italia negli ultimi dieci anni è passato dal 2, 9% a circa il 15%. Un dato importante, ma l’attenzione deve restare alta. E’ quanto dichiarato dal sub commissario alla Sanità Giuseppe Zuccatelli nel corso dell’incontro che si è tenuto presso il Complesso di Santa Chiara dal titolo “La donazione degli organi: una questione di solidarietà”, al quale hanno preso parte rappresentanti del mondo istituzionale napoletano ed esperti del settore. La situazione campana, in particolare, è tutta da organizzare. La fuga di notizie che c’è stata negli ultimi giorni sulle presunte inadempienze da parte del personale medico è falsa, ha sottolineato lo stesso Zuccatelli. “Si è parlato di 15 organi non utilizzati per salvare vite umane” – ha aggiunto – “Ma 9 di questi non erano idonei; 2 sono stati trapiantati a bambini del Nord Italia, perché al Sud non abbiamo una lista d’attesa pediatrica; 2 reni sono stati dati a pazienti a rischio ed altri due, prelevati da una persona anziana, sono stati utilizzati entrambi per un malato grave perché in questi casi la procedura è questa. Quando si fanno affermazioni che non corrispondono al vero occorre prima farsi un esame di coscienza”.
Durante la tavola rotonda è stato anche sollevato il problema morale. Oggi la Chiesa ha preso una posizione netta sull’argomento, schierandosi dalla parte della medicina. “Il trapianto è il futuro di una vita” – ha detto Mons. Gennaro Matino – “Però bisogna dialogare, non basta la propaganda”. Nelle parole del prelato, anche un monito ai napoletani affinchè donino: “siamo in debito di numeri ma non in debito di umanità”.
Nella regione sono dunque altissime le eccellenze di settore ma mancano strutture adeguate.  I progressi nel campo della donazione sono invece molti e porteranno a risultati brillanti in breve tempo, hanno evidenziato i partecipanti. Intanto, in collaborazione con l’assessorato allo Sport del Comune, molto presto in diverse aree verdi della città saranno erette targhe in onore dei donatori e in tutte le pubbliche amministrazioni verrà affisso il logo della campagna di sensibilizzazione. “Il 26 maggio prossimo il Consiglio comunale si riunirà al Maschio Angioino per discutere del problema” – ha detto Alfredo Ponticelli, che oltre ad essere assessore è anche neonatologo – “Mi impegno, lo dico adesso, a creare servizi utili ai cittadini e fare in modo che la situazione migliori”.
Tutte le informazioni relative al trapianto di organi si trovano sul sito www.donagliorgani.it

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©