Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Donna coinvolta in truffa Inps a sua insaputa, 2 arresti


Donna coinvolta in truffa Inps a sua insaputa, 2 arresti
17/10/2012, 12:21

Aveva presentato una denuncia in cui riferiva agli inquirenti di essere stata coinvolta, a sua insaputa, in una truffa all'Inps per l'erogazione di contributi per la disoccupazione agricola. Grazie al raggiro, avrebbe dovuto percepire la somma di circa 4.000 euro.

La donna, che sarebbe stata all'oscuro di tutto, ha dichiarato di essere stata avvicinata da due uomini di Cerignola i quali avrebbero preteso da lei di contattare gli uffici dell'Inps per sapere quando la somma le sarebbe stata effettivamente erogata. Conosciuta la data dell'accredito del denaro, i due avrebbero preteso da lei di prelevare la somma per farsela consegnare.

I carabinieri si sono appostati vicino all'ufficio postale di Rocchetta Sant'Antonio dove la donna avrebbe dovuto recarsi per ritirare il contante ed effettivamente, una volta uscita dall'ufficio postale, hanno visto che e' stata affiancata dai due giovani che si sono fatti consegnare le banconote per riporle in un borsello. I due poi si sono allontanati a bordo di un'auto Audi A6. I carabinieri hanno inseguito la vettura per alcune decine di metri bloccandola subito dopo.

A seguito di una perquisizione personale e del veicolo hanno trovato nascosto sotto il sedile il borsello con la somma di 4.000 euro in contanti. I due cerignolani sono stati condotti nella caserma di Ascoli Satriano dove sono stati arrestati per concorso in truffa ed estorsione. L'auto Audi A6 e' stata sequestrata ed affidata in custodia giudiziale mentre la somma di denaro e' stata versata in un deposito giudiziario in attesa delle determinazioni dell'Autorita' Giudiziaria.

I due uomini, Michele Rosario Di Gianni, 39 anni, e Natale Fabio Tressante, 32, entrambi gia' noti alle forze dell'ordine, sono stati arrestati in flagranza di reato.

 

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©