Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'aguzzino è stato arrestato dai carabinieri di Genova

Donna costretta a prostituirsi con riti vudù


Donna costretta a prostituirsi con riti vudù
25/11/2010, 17:11

GENOVA - Una giovane di 33 anni era tenuta sotto minaccia di riti vudù, costretta a prostituirsi da un ivoriano in un appartamento ridotto ad un tugurio nel centro storico di Genova. L'aguzzino africano portava i clienti a casa e obbligava la donna ad avere rapporti sessuali con loro su un materasso in mezzo ai rifiuti. Secondo le prime ricostruzioni, l'uomo con i soldi  ricavati dalla prostituzione acquistava la droga, in particolare cocaina, che poi spacciava nei vicoli. Quando la ragazza si rifiutava, lo sfruttatore le praticava strani riti africani usando sangue e suoi indumenti intimi. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri di Portoria per sequestro di persona, rapina aggravata e sfruttamento aggravato della prostituzione. La vicenda è stata scoperta quando i carabinieri, dopo aver arrestato l’africano per spaccio, sono andati in casa sua per la perquisizione: qui hanno trovato la donna che ha raccontato loro tutta la vicenda.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©