Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Si sarebbe trattato di una rapina finita male

Donna trovata morta nel Casertano, forse è stata strangolata

A trovare il corpo della vittima è stato suo marito

Donna trovata morta nel Casertano, forse è stata strangolata
21/07/2013, 10:01

SAN TAMMARO (CASERTA) - Una donna di 31 anni, Katia Tondi, ieri è stata trovata morta nella propria abitazione di San Tammaro, in provincia di Caserta, dove abitava con suo marito e suo figlio, un bambino di sette mesi.

A fare la tragica scoperta ieri sera è stato il marito della vittima, Emilio Lavoretano, operaio, anch’egli di 31 anni, in buoni rapporti con sua moglie. L’uomo ha raccontato agli inquirenti di essere uscito per fare la spesa e di aver trovato, al suo rientro in casa, il corpo privo di vita di sua moglie, riverso per terra nel corridoio. Lauretano ha riferito alla polizia di aver trovato la porta d’ingresso semiaperta quando è tornato a casa. L’appartamento era stato messo a soqquadro. Dopo alcuni inutili tentativi di rianimare sua moglie, il marito della vittima ha chiesto aiuto ai vicini di casa, che hanno avvertito la polizia.

Sul posto gli agenti del commissariato di Santa Maria Capua Vetere e della squadra mobile di Caserta stanno svolgendo le dovute indagini. Dopo i primi esami eseguiti sul cadavere, il medico legale ha affermato che il decesso potrebbe essere stato causato da strangolamento. Una prima ipotesi, dunque, è quella della rapina finita nel sangue. Per confermare l’ipotesi, tuttavia, si attendono i risultati dell’autopsia.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©