Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Operazione della polizia con telefoni sotto controllo

Donne sgozzate a Treviso, arrestato marocchino in Slovenia


Donne sgozzate a Treviso, arrestato marocchino in Slovenia
26/02/2009, 11:02

Arrestato dalla polizia slovena il marocchino ricercato per l’omicidio della compagna e della loro figlia a Castagnole di Paese. Fahd Bouichou, 27 anni, è accusato di aver sgozzato Elisabetta Leder e la loro figlioletta Arianna. Al suo arresto si è arrivati dopo una chiamata del giovane da una cabina della stazione di Trieste. L’arrestato aveva contattato sua sorella in Marocco, il cui telefono, come quello di altri parenti, era stato messo sotto controllo.

L'uomo è stato bloccato nella zona di Cosina, nei pressi del confine italo-sloveno di Pesek, sull'altopiano carsico, a pochi chilometri da Trieste.

Sarà lutto cittadino a Paese (Treviso) il giorno dei funerali delle vittime. La decisione del lutto cittadino sarà ratificata oggi pomeriggio da un'apposita riunione della giunta comunale convocata dal sindaco Valerio Mardegan.

“E’ stato un grande successo della polizia di stato la cattura del responsabile del duplice omicidio”. Lo ha detto il prefetto di Treviso Vittorio Capocelli. Complimenti anche a tutte le altre forze dell’ordine che hanno contribuito alle indagini. “L’arresto dell'immigrato - ha aggiunto - dimostra la grande capacità della polizia di stato e delle altre forze di polizia il cui coordinamento ha portato a risultati positivi in tempi brevi”.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©