Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Momenti di panico ieri sera a Torre del Greco

Donne sul tetto contro la chiusura dell'ospedale Maresca


.

Donne sul tetto contro la chiusura dell'ospedale Maresca
02/10/2010, 13:10

TORRE DEL GRECO – Attimi di panico e di paura ieri sera all’ospedale Maresca. Quattro donne che da  giovedì mattina stanno occupando il reparto di Ginecologia-Ostetricia al quarto piano della struttura sanitaria di via Montedoro, sono salite sul tetto dell’ospedale minacciando di lanciarsi nel vuoto. L’ennesima forma di protesta inscenata dalle manifestanti che chiedono di scongiurare “la chiusura dei reparti di Ginecologia e Pediatria e lo smantellamento dell’ospedale torrese”. Dal 1 ottobre, infatti, il polo materno infantile è stato trasferito all’ospedale di Boscotrecase, come previsto dal piano sanitario regionale. Piano contestato dai cittadini torresi e da quelli di Ercolano, Portici e San Giorgio a Cremano che da settimane sono sul piede di guerra con cortei e manifestazioni di protesta in città e dinnanzi alla sede della Regione. Esplode la rabbia e l’esasperazione. “Siamo disperate - attaccano le donne - non sappiamo più cosa fare per farci ascoltare. Abbiamo occupato l’ospedale e nemmeno questo è servito. Abbiamo saputo che il direttore del Maresca mancherà per una settimana dopo aver messo a punto il provvedimento di trasferimento della Maternità. Il nostro è un gesto estremo, siamo mamme, abbiamo dei figli, dove andremo se l’ospedale chiuderà? Ci sentiamo abbandonate da tutti, dal sindaco, dal direttore sanitario, dal commissario dell’Asl. 300mila persone resteranno senza pronto soccorso, è vergognoso. L’ospedale di Boscotrecase è difficile da raggiungere, come faremo?”. Sul posto sono prontamente intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti di polizia che dopo alcune ore sono riusciti a convincere le donne ad interrompere la protesta.
 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©