Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vittima un turista romano

Dopo 70 anni il primo caso di malaria pontina a Roma


Dopo 70 anni il primo caso di malaria pontina a Roma
04/11/2009, 10:11

ROMA - Uno dei meriti del fascismo fu la bonifica delle paludi pontine, intorno a Roma, e la sconfitta della malaria, ottenuta anche grazie al massiccio uso di DDT. Ma si vede che almeno una zanzara anofele - che è l'insetto attraverso cui la malattia si trasmette - ha conservato i germi necessari per infettare un turista italiano, che era andato a villeggiare tra Monte San Biagio e Fondi. Tuttavia la persona è già stata ricoverata e sottoposta alle cure del caso, e i medici escludono una diffusione della malattia. Infatti un solo caso non è sufficiente a creare una epidemia, ma servono molte persone malate e portatori sani della malattia, fenomeno che non si verifica.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©