Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Per un errore di calcolo dell'istituto di previdenza

Doveva restituire all'Inps 5mila euro, pensionato si suicida


Doveva restituire all'Inps 5mila euro, pensionato si suicida
02/01/2012, 19:01

BARI - Non riusciva più a dormire la notte da quando aveva ricevuto una lettera da parte dell’ l'Inps in cui gli veniva chiesto di restituire parte della pensione. Così un 74enne ha deciso di farla finita  gettandosi dal balcone della sua casa a Bari e morendo sul colpo.
A scoprire il corpo del pensionato riverso sul pavimento del cortile interno, dopo un volo dal quarto piano, è stato il fratello con il quale viveva che si era affacciato per stendere i panni. I due uomini erano entrambi celibi e dividevano la casa.
Secondo la Gazzetta del Mezzogiorno l'anziano aveva ricevuto una lettera dall'Inps nella quale gli veniva chiesto di restituire 5mila euro che gli erano stati accreditati negli ultimi anni per sbaglio dall’istituto di previdenza.
Operaio prima in Germania poi in Olanda ed infine a Bari,sua città natale, al momento della pensione l’uomo aveva ottenuto non solo quella sociale di 450 euro ma, grazie agli anni in cui aveva lavorato all’estero, di un’altra anche se molto esigua di 250 euro.
Nella lettera che aveva ricevuto proprio durante le feste natalizie l'Inps gli comunicava dell’ errore di calcolo commesso e dunque richiedeva anche la restituzione della somma attraverso rate di 50 euro al mese.
Il pensionato era entrato in un vortice di ansia e paura di non farcela più con le spese e quindi di rischiare anche l’abitazione, tanto che il medico curante gli aveva prescritto dei tranquillanti che purtroppo non sono serviti.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©