Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Non riusciva più a mantenere la sua famiglia

Dramma a Sanremo, imprenditore fallisce e diventa rapinatore


Dramma a Sanremo, imprenditore fallisce e diventa rapinatore
14/01/2011, 19:01

SANREMO – Ha provato a rapinare una donna per dare da mangiare ai suoi figli. E’ accaduto a Sanremo, dove un uomo di 46 anni di origini siciliane è stato arrestato dopo il tentativo di furto. La vicenda risale al 4 novembre scorso, anche se è stata diffusa solo oggi. Lui, l’aggressore, era nientemeno che un imprenditore di una fabbrica di saldature elettroniche di Busto Arsizio. Sotto di lui, 50 dipendenti a cui impartire gli ordini per far funzionare le cose. Ma qualcosa è andato storto. Il racket è diventato sempre più stringente, l’uomo cercava in tutti i modi di salvare l’azienda ma non c’è stato nulla da fare. Come ha raccontato il suo legale, l’avvocato Margherita Pantano di Chiavari, prima c’erano stati un paio di avvertimenti: una serranda bruciata una volta, l’auto data alle fiamme un’altra volta. Infine, il pizzo altissimo che ha fatto fallire l’impresa, mandandolo sul lastrico.
Inizialmente, il Ministero gli aveva offerto una nuova residenza a Sanremo ed anche un contributo per la sua famiglia, composta anche da tre figli di 18, 12 ed 8 anni. Dopo qualche tempo, però, il contributo e la casa gli sono state tolte. Così, disperato, l’uomo è arrivato al gesto di derubare una donna in strada.
Il “rapinatore” è stato condannato ma subito scarcerato.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©