Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

DROGA, "DRIVE IN DELLO SPACCIO" A TORRE ANNUNZIATA : 1000 CLIENTI AL GIORNO


DROGA, 'DRIVE IN DELLO SPACCIO' A TORRE ANNUNZIATA : 1000 CLIENTI AL GIORNO
21/01/2009, 16:01

Un vero e proprio supermarket della droga quello messo in piedi nella zona del "Quadrilatero delle carceri", vecchia roccaforte del clan Gionta, definito dagli inquirenti il "drive in dello spaccio", smantellato oggi dalla polizia che ha eseguito all'alba 25 ordinanze di custodia cautelare emesse dalla Procura di Torre Annunziata in collaborazione con il Tribunale dei Minori, visto che due indagati sono minorenni. Le immagini della telecamera nascosta in un'auto in sosta a Largo Pescatore hanno mostrato agli inquirenti uno scenario di quotidiana convivenza con l'illegalità, in cui i bambini vanno a giocare con gli spacciatori e ricevono da loro dei soldi, mentre la titolare di una locale friggitoria consegna di persona pizze calde al pusher di turno. "In questo territorio - spiega il procuratore aggiunto Raffaele Marino - il traffico di sostanze stupefacenti costituisce l'unica fonte di reddito di interi nuclei familiari che prosperano nell'illegalità". Grossi proventi derivavano dalla vendita di cocaina, hashish e crack: il commercio andava avanti per tutta la giornata con spacciatori che si alternavano in turni da dieci ore ciascuno per servire circa 1000 clienti al giorno con un incasso medio quotidiano di 50mila euro. Cifre che rendevano l'incrocio tra via Castello, via Bertone e Largo Pescatore una delle piazze di spaccio più grandi della Campania, che doveva chiaramente agire con la benevola benedizione del clan Gionta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©