Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Milano, la donna è stata arrestata per calunnia

Droga il suo capo e poi lo accusa di violenza sessuale


Droga il suo capo e poi lo accusa di violenza sessuale
29/10/2010, 19:10

MILANO - Ha drogato il suo datore di lavoro e poi ha inscenato una violenza sessuale. Silvia V., è stata condannata a cinque anni di carcere dal Tribunale di Milano per calunnia, truffa, appropriazione indebita, lesioni volontarie, danneggiamento e stato d'incapacità procurato mediante violenza.
L'imputata assunta nel 2008 da un manager 64enne è stata ritrovata dalla polizia la sera del 2 febbraio 2009 con la camicia e il reggiseno tagliati distesa sul pavimento. Quando le forze dell'ordine sono arrivate sul posto il manager camminava in stato confusionale negli uffici e accanto alla ragazza c'erano un paio di forbici insanguinate. Trasportati in ospedale, il manager è stato denunciato dalla segretaria per violenza sessuale.
In seguito alle indagini è emerso che lui era stato drogato con uno psicofarmaco, mentre sulle forbici c'era sangue mestruale. E' stato inoltre accertato che la donna sapendo dei vuoti di memoria del capo, gli ha offerto un caffè con benzodiazepine, traendolo in inganno.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©