Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La condanna è stata mossa dalla procura di Torino

Droga: l'ex calciatore Padovano rischia 24 anni di carcere

La vicenda in cui il calciatore è coinvolto risale al 2006

Droga: l'ex calciatore Padovano rischia 24 anni di carcere
29/10/2011, 10:10

TORINO - L’ex calciatore Michele Padovano rischia ventiquattro anni e sei mesi di carcere per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Padovano che in carriera ha militato nelle fila di Napoli, Juventus, Genoa, è stato infatti condannato dal pm Antonio Rinaudo per un processo in corso a Torino, in cui la procura gli contesta di aver finanziato un'organizzazione che, fino al 2006, ha fatto arrivare in Italia diverse tonnellate di hashish in camion di arance provenienti dalla Spagna. A rendere pesante la posizione dell’ex atleta ci sono alcune intercettazioni telefoniche e pedinamenti, che dimostrano come avrebbe finanziato l'amico d'infanzia Luca Mosole, ritenuto il capo dell'organizzazione criminale, che, a dispetto del suo status di disoccupato, aveva un tenore di vita molto alto, caratterizzato dal continuo acquisito di auto costose, tra cui il suv Tuareg Volkswagen che diede il nome all'operazione. Nelle indagini è accertato che Padovano si presentò nel piccolo ufficio postale di San Gillio (Torino), dove risiede, per depositare 100 mila euro in contanti, in biglietti ben ordinati e contenuti in una scatola da scarpe (Secondo l'accusa, si trattava di denaro proveniente dal traffico illecito). L’ex attaccante ha scelto il rito ordinario per difendersi dalle accuse, rinunciando allo sconto di un terzo previsto per la pena dal rito abbreviato.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©