Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Si tratta di Vincenzo Avellino e Salvatore d'Errico

Droga nascosta nel tombino dell'Enel. Arrestati


Droga nascosta nel tombino dell'Enel. Arrestati
19/02/2009, 11:02

 
Vincenzo AVELLINO, Sorvegliato Speciale della P.S., di 34anni e Salvatore D’ERRICO, di 33 anni, entrambi pregiudicati, sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato di Polizia “Frattamaggiore” perché responsabili, in concorso tra loro, del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.
I poliziotti, con non poche difficoltà, sono riusciti ad accedere nel Parco ICESNEI di Grumo Nevano (NA), riuscendo ad eludere le numerose “vedette” assoldate dall’organizzazione criminale locale che gestisce la “piazza di spaccio”.
Gli agenti, posizionati in maniera tale da non essere notati, hanno avuto modo di vedere che AVELLINO e D’ERRICO, personaggi già noti per i trascorsi giudiziari, giunti all’interno del parco a piedi, nella zona del plesso edilizio confinante con le campagne limitrofe, si sono posizionati nell’area condominiale adibita a parcheggio, all’altezza della scala D.
I due, dopo essersi guardati intorno, utilizzando un attrezzo da giardinaggio, custodito in una cappella votiva lì ubicata, hanno sollevato il coperchio di un tombino dell’Enel nascondendo al suo interno, una busta del tipo utilizzato per la spesa che D’ERRICO teneva nascosta sotto al suo giubbotto.
Prontamente gli agenti sono intervenuti a sorpresa, precludendo qualsiasi tentativo di fuga, bloccando ed arrestando i due.
All’interno della busta, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato 10 buste trasparenti, al cui interno vi erano custoditi 50 involucri per un totale di 500 dosi di marijuana.
AVELLINO e D’ERRICO sono stati arrestati e condotti al Carcere di Poggioreale.
AVELLINO, inoltre, è stato anche deferito per la violazione della misura alla quale è sottoposto.    

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©