Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Droga nella spazzatura, due arresti a Napoli


Droga nella spazzatura, due arresti a Napoli
20/04/2010, 16:04


NAPOLI - Questa notte, gli agenti del Commissariato di Polizia “San Giovanni Barra”, hanno arrestato Karim Ahmed Gaber Di Bonito, 26enne di Marigliano e Gianluca Di Pierno, 21enne di Portici, per detenzione in concorso ai fini dello spaccio di sostanza stupefacente. I poliziotti erano venuti a conoscenza del fatto che nella zona tra Via Villa San Giovanni e il vico detto “Emanuele”, era stata avviata da alcuni ragazzi una fiorente attività notturna di vendita di droghe pesanti. Ieri sera sul tardi, alcuni agenti si sono pertanto appostati a debita distanza dal luogo segnalato quale abituale piazza di spaccio. Giunti sul posto, i poliziotti hanno infatti potuto osservare Di Bonito e Di Pierno in piena attività di spaccio. Il primo a bordo di un ciclomotore fungeva da vedetta e da vero e proprio adescatore di clienti, mentre il secondo era colui che consegnava materialmente le dosi di sostanza stupefacente. Approfittando di un attimo di distrazione della vedetta Di Pierno, impegnata a confabulare con il socio, un’altra pattuglia di poliziotti, allertata dai colleghi che da tempo stavano osservando i due giovani spacciatori, è rapidamente intervenuta bloccandoli. I due sono stati quindi immediatamente sottoposti ad una perquisizione personale che ha portato al ritrovamento nelle tasche di Di Pierno di 100 Euro in banconote di vario taglio. Sempre secondo quanto segnalato dai colleghi postisi in osservazione, i poliziotti si sono recati vicino ad un contenitore della spazzatura, che una volta aperto, ha consentito loro di rinvenire un involucro di plastica gialla simile a quello utilizzato da una nota marca di ovetti di cioccolato per bambini. All’interno di quest’ultimo c’erano 18 involucri termosigillati di plastica trasparente contenenti cocaina. Karim Di Bonito e Gianluca Di Pierno sono stati quindi arrestati e subito condotti presso la Casa Circondariale di Poggioreale. Di Bonito è stato inoltre denunciato per false dichiarazioni circa la propria identità in quanto prima dell’arresto aveva dichiarato ai poliziotti generalità false. Di Pierno è stato invece altresì denunciato per ricettazione del motorino utilizzato durante l’attività di spaccio. Il mezzo è risultato essere stato rubato a San Sebastiano al Vesuvio lo scorso 29 marzo. Alle nove di questa mattina ne è stato anche rintracciato il legittimo proprietario.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©