Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Il blitz dei carabinieri del Comando provinciale di Venezia

Droga, sgominata rete di spaccio nel Nord-Est d'Italia


Droga, sgominata rete di spaccio nel Nord-Est d'Italia
20/04/2010, 20:04

VENEZIA - Una vera e propria organizzazione criminale specializzata nel traffico e nello spaccio di sostanze stupefacenti nel nord-est d'Italia, è stata sgominata dai carabinieri del Comando provinciale di Venezia.
Il blitz dei militari è scattato alle prime ore di questa mattina e ha visto l'impiego di oltre un centinaio di uomini dell'Arma, di unità cinofile e di un elicottero.
L'operazione, coordinata dal pm Giorgio Gava della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Venezia, ha coinvolto province del Veneto, del Friuli Venezia Giulia, della Lombardia e della Sardegna, con l'esecuzione di una ventina di ordinanze cautelari e una quarantina di perquisizioni per traffico e spaccio di droga.
Il gruppo criminale, sgominato dai carabinieri nel corso dell'operazione denominata “Countdown 2”, era composto principalmente da extracomunitari di origine maghrebina ed albanese, capeggiati da un marocchino incensurato di 32 anni detto l' “orbo”.
La banda di spacciatori è accusata di aver gestito dal 2005, il traffico e lo spaccio di droga nell'area compresa tra il litorale veneto, il trevigiano e la provincia di Bergamo.
La quantità di droga spacciata ogni settimana andava dai tre ai cinque chilogrammi per un giro d'affari di circa 800mila euro. La droga arrivava dal Marocco e poi, una volta passata Gibilterra, approdava in Europa nelle mani degli spacciatori.
I carabinieri della Compagnia di San Donà di Piave, in Veneto, erano sulle tracce dell'organizzazione criminale da ben tre anni; una rete di criminali ben collaudata che, con l'operazione di questa mattina, sembra essere stata definitivamente smantellata.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©