Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Due anni fa ammazzavano Angelo Vassallo


.

Due anni fa ammazzavano Angelo Vassallo
06/09/2012, 12:20

Due anni fa, in un brutale agguato, fu ucciso a colpi di pistola l'allora sindaco di Pollica Angelo Vassallo: il colpevole, dopo due anni, non è stato ancora trovato così come non sono stati ancora chiariti i contorni del barbaro agguato costato la vita al sindaco pescatore. Vassallo dopo due anni viene ricordato nella sua Pollica mentre proseguono le indagini per fare luce su un omicidio che ha turbato non solamente il piccolo centro cilentano ma anche la provincia di Salerno e l'Italia intera. "Indaghiamo alacremente come il primo giorno" ha assicurato il procuratore della Repubblica di Salerno Franco Roberti.

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione del secondo anniversario del vile assassinio di Angelo Vassallo, in una lettera al fratello Dario, ha reso commosso omaggio alla memoria del Sindaco di Pollica che aveva pagato con la vita il suo generoso impegno al servizio delle istituzioni: "L'iniziativa di commemorare Angelo Vassallo - ha scritto il Capo dello Stato - è un'importante occasione per perpetuarne il ricordo, soprattutto nelle nuove generazioni, e per riaffermare i valori, in cui egli fortemente credeva, della legalità, della tutela e della salvaguardia dell'ambiente e della coesione sociale, condizioni essenziali per la crescita economica e civile di una comunità".

“Il nostro compito è quello di far emergere quella ‘buona politica’ praticata da Angelo Vassallo e che vogliamo continuare, dopo averla già condivisa, anche per rispetto della sua memoria”. Usa queste parole, Stefano Pisani, sindaco di Pollica, nel secondo anniversario dell’uccisione di Angelo Vassallo, il ‘sindaco pescatore’, di cui è stato vice prima di ereditarne il testimone alla guida del Comune cilentano.

Commenta Stampa
di Rocco Papa
Riproduzione riservata ©