Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Uso di medicinali scaduti e cattive condizione igieniche

Due arresti per maltrattamento anziani a Terni


Due arresti per maltrattamento anziani a Terni
24/07/2013, 12:19

TERNI-  L'indagine sui maltrattamenti ai danni degli anziani, ospiti della casa di riposo Villa Maria Luisa, ha portato ad altri due arresti da parte della guardia di finanza di Terni. Messi ai domiciliari una socia della struttura, ritenuta effettivo gestore del personale, e un'operatrice sanitaria accusate di maltrattamenti e somministrazione di medicinali scaduti.

 "Loro che pubblicizzavano false attività ludiche mai poste in essere e che disponevano l'uso di medicinali scaduti, cattive condizioni igieniche e scarso cibo, al punto che alcuni operatori, impietositi, lo portavano da casa". Questo quanto dichiara l'accusa. In uno degli episodi denunciati ne è emerso uno terribile secondo cui l'operatrice avrebbe girato verso il muro la sedia a rotelle con un'anziana poi morta da sola per cause naturali e senza che nessuno se ne accorgesse.

Secondo quanto si apprende, massimo risparmio anche su riscaldamento e aria condizionata. La stessa televisione era interdetta. A testimoniarlo alcuni operatori, costretti a tacere sotto costante minaccia di licenziamento. L'operatrice sanitaria arrestata stamani e' stata definita dai testimoni "la peggio" per i ripetuti atteggiamenti umilianti e vessatori nei confronti degli anziani: schiaffi, lanci di bottiglie di plastica, gesti minacciosi e strattoni. Anziani abbandonati sulla sedia a rotelle e rivolti verso il muro per ore. Ma si parla anche di lesioni personali e vari generi di maltrattamenti nonche' di fotografie che riproducono ospiti legati al letto e uso di farmaci calmanti.

La struttura posta sotto sequestro è ora affidata alla gestione dell'Asl e degli operatori che hanno collaborato con gli inquirenti, producendo ulteriori documentazioni in cui veniva esplicitato ciò che avveniva a Villa Maria Luisa.

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©