Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Madre e moglie di un pregiudicato arrestate

Due donne occupano abusivamente un alloggio Comunale, poi aggrediscono i Vigili

L’ assegnatario: quella casa non valeva la mia salute

.

Due donne occupano abusivamente un alloggio Comunale, poi aggrediscono i Vigili
30/07/2011, 14:07

NAPOLI – Bastano pochi minuti per passare da assegnatario di un alloggio del comune a convinto rinunciatario dello steso. Questo è quanto successo ad un cittadino Napoletano, di cui celiamo il nome per ovvie ragioni di privacy. Questo assegnatario ufficiale dell’ alloggio sito nella zona orientale di Napoli e più precisamente al civico 288 di via Ferrante Imparato, recatosi in loco per prendere possesso dell’ agognata abitazione, ha trovato ad attenderlo una amara sorpresa: difatti l’ alloggio di sua assegnazione era già occupata, chiaramente in maniera abusiva, da due donne risultate poi essere madre e moglie di un noto pregiudicato della zona, attualmente detenuto e ritenuto affiliato al clan formicola predominante nella zona. Le due donne alla vista dell’ uomo e chiaramente della sua richiesta di entrare in possesso dell’ appartamento non hanno tardato a rispondere violentemente, aggredendo il malcapitato e di fatto impedendogli di accedere alla casa. Chiaramente l’ uomo si è immediatamente rivolto alla Polizia Municipale per avere quel minimo di giustizia, ma si è andati di male in peggio, all’ intervento degli uomini di Palazzo San Giacomo, la violenza si è trasformata in una assurda guerriglia, le donne infatti hanno distrutto la volante della municipale con spranghe di ferro rendendola inutilizzabile, inoltre un ufficiale dei vigili è rimasto ferito e condotto in ospedale dove è stato giudicato guaribili in medicato e dimesso. Le donne arrestate con l’ accusa di aggressione e minacce saranno giudicate per direttissima. Ma l’ amaro di questa vicenda è che l ‘assegnatario dell’ alloggio a seguito degli avvenimenti ha accusato un malore, quindi successivamente ha immediatamente rinunciato all’assegnazione dell’ alloggio comunale commentando che quella casa non valeva la sua salute.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©